Titolo II capo 3: aiuti agli investimenti Regione Puglia [2021]

titolo II capo 3 regione puglia 2021

Nuove modifiche al Titolo II capo 3: al fine di accelerare la ripresa economica, la Regione Puglia dispone contributi a fondo perduto maggiorati in favore di MPMI pugliesi e liberi professionisti, già dal mese di Agosto 2021.

Ma ecco cos’è il Titolo II capo 3, cosa prevede e quali investimenti copre.

Titolo II capo 3: cos’è

Titolo II capo 3 è uno strumento finanziario messo a disposizione dalla Regione Puglia per aiutare le MPMI pugliesi e i liberi professionisti esercenti attività economica nella ripresa post-pandemica e negli investimenti.

Si tratta di un contributo a fondo perduto riconosciuto in 2 forme:

  1. Conto impianti, calcolato sul montante degli interessi del finanziamento concesso dalla Banca e fino a un massimo di 2.000.000 di euro per micro e piccole imprese, 4.000.000 di euro per medie imprese.
  2. Conto capitale, destinato all’acquisto di macchinari e attrezzature, per il 35% dell’investimento nel caso di piccole imprese e per il 30% dell’investimento nel caso di medie imprese, fino a un massimo di 400.000 euro per le piccole imprese, 800.000 euro per le medie imprese, incrementabili a 450.000 euro e 850.000 euro nel caso di imprese in possesso del rating di legalità.

In cosa è possibile investire con il Titolo II capo 3

L’aiuto Titolo II capo 3 è concesso solo nel caso di investimenti dal valore minimo di 30.000 euro riguardanti:

  • Creazione di una nuova unità produttiva
  • Ampliamento di una unità produttiva esistente
  • Diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente per ottenere prodotti mai fabbricati prima
  • Cambiamento del processo di produzione di un’unità produttiva esistente

Inoltre, Titolo II capo 3 è destinato solo ad attività appartenenti ad uno dei seguenti settori:

  • Artigianato
  • Commercio (anche elettronico), fatta eccezione per attività di ricevitoria, commercio al dettaglio di generi di monopolio, attività di giochi, lotterie e scommesse
  • Ristorazione, catering, gelaterie e pasticcerie, bar e simili, mense
  • Costruzioni
  • Manifattura
  • Servizi di comunicazione e informazione
  • Alcuni servizi sanitari
  • Alcune attività di trasformazione o commercializzazione di prodotti agricoli

Investimenti finanziabili dal Titolo II capo 3 Regione Puglia 2021

Il Titolo II capo 3 finanzia spese per:

  • Acquisto del suolo aziendale (per un massimo del 5%)
  • Spese per opere murarie
  • Acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuove di fabbrica
  • Investimenti per prevenzione dei rischi, salute e sicurezza sul lavoro
  • Spese di progettazione ingegneristica (per un massimo del 5%)
  • Spese per acquisto di programmi informatici, diritti di brevetto e licenze

L’ammontare dell’aiuto non potrà in ogni caso superare il 35% dei costi ammissibili di progetto nel caso di medie imprese e il 45% dei costi ammissibili di progetto nel caso di piccole o micro imprese.

Hai bisogno di aiuto nel presentare domanda per il Titolo II capo 3 Regione Puglia 2021?