Incentivi Brevetti, Marchi e Disegni: domande dal 27 settembre

incentivi brevetti marchi disegni

Dal MISE per le PMI, i bandi Brevetti+, Marchi+ e Disegni+ per valorizzare idee e progetti e per brevettare le innovazioni tecnologiche. Ecco di cosa si tratta.

1. Bando Brevetti+

Con una dotazione complessiva di 30 milioni di euro, il Bando Brevetti+ si propone di favorire lo sviluppo di una strategia brevettuale attraverso l’erogazione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici.

Beneficiari

Beneficiarie del Bando Brevetti+ sono tutte le PMI, anche di nuova costituzione, aventi sede legale e operativa in Italia e che siano in una delle seguenti situazioni:

  • Titolari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente all’1 gennaio 2019 o di una licenza esclusiva trascritta all’UIBM di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente all’1 gennaio 2019
  • Titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata successivamente all’1 gennaio 2020
  • Titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata dopo l’1 gennaio 2020

Spese agevolabili

Sono ammessi al bando Brevetti+ i costi relativi a:

  1. Progettazione, ingegnerizzazione e industrializzazione (incluso Proof of Concept): studio di fattibilità; progettazione produttiva; studio, progettazione e ingegnerizzazione del prototipo; progettazione e realizzazione firmware per macchine a controllo numerico finalizzate al ciclo produttivo; analisi e definizione dell’architettura software; test di produzione; rilascio di certificazioni di prodotto o di processo.
  2. Organizzazione e sviluppo: servizi per la progettazione organizzativa; organizzazione dei processi produttivi; servizi di IT Governance; analisi per la definizione qualitativa e quantitativa dei nuovi mercati geografici e settoriali; definizione della strategia di comunicazione, promozione e presidio dei canali distributivi.
  3. Trasferimento tecnologico: predisposizione accordi di segretezza; predisposizione accordi di concessione in licenza del brevetto; contratto di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca e università.

I progetti devono obbligatoriamente includere almeno un servizio della categoria “Progettazione, ingegnerizzazione e industrializzazione”; per le categorie “Organizzazione e sviluppo” e “Trasferimento tecnologico” il contributo massimo complessivamente ammesso non può essere superiore al 40% del totale richiesto.

Contributo e domanda Brevetti+

Bando Brevetti+ prevede un contributo concesso sotto forma di agevolazione a fondo perduto, nel massimo dell’80% dei costi ammissibili (elevato al 100% per le imprese contitolari della domanda di brevetto con un Ente Pubblico di ricerca) e del valore massimo di 140.000 euro.

L’agevolazione è concessa in regime de minimis, non è cumulabile con altre agevolazioni aventi ad oggetto le stesse spese e potrà essere richiesta a partire dal 27 settembre fino ad esaurimento dei fondi a disposizione.

2. Bando Marchi+

Bando Marchi+ è un’agevolazione concessa in conto capitale per la tutela dei marchi all’estero che si suddivide in due misure agevolative:

  • Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea presso EUIPO
  • Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI

Beneficiari

Possono partecipare al Bando Marchi+ tutte le PMI con sede legale e operativa in Italia che:

  • Per la Misura A: a partire dall’1 giugno abbiano depositato la domanda e ottenuto la registrazione presso EUIPO del marchio in questione.
  • Per la Misura B: a partire dall’1 giugno 2019 abbiano eseguito almeno un’attività tra:
    • deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’UE registrato presso EUIPO
    • deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale sia già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO
    • deposito della domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI

In ogni circostanza, bisognerà essere in regola con il relativo pagamento delle tasse.

Spese agevolabili

Ciascuna misura prevede delle specifiche spese agevolabili:

  • Per la Misura A, sono agevolabili le spese sostenute per le tasse di deposito e/o per l’acquisizione dei servizi specialistici di progettazione della rappresentazione; assistenza per il deposito; ricerche di anteriorità; assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni seguenti al deposito della domanda di registrazione; tasse di deposito presso EUIPO.
  • Per la Misura B, sono agevolabili le spese sostenute per le tasse di registrazione e/o per l’acquisizione dei servizi specialistici di progettazione della rappresentazione; assistenza per il deposito; ricerche di anteriorità; assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione; tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.

Contributo e domanda Bando Marchi+

Il contributo del bando Marchi+ dipende dal servizio specifico di cui si intende chiedere agevolazione e:

  • Per la Misura A, corrisponde all’80% delle spese ammissibili sostenute per le tasse di deposito e per l’acquisizione di servizi specialistici entro l’importo massimo complessivo di 6.000 euro.
  • Per la Misura B, corrisponde al 90% delle spese ammissibili sostenute per le tasse di registrazione e per l’acquisizione di servizi specialistici entro l’importo massimo complessivo di 9.000 euro.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 25 ottobre e fino ad esaurimento dei fondi a disposizione.

3. Bando Disegni+

Con una dotazione complessiva di 14 milioni di euro, il Bando Disegni+ finanzia la realizzazione di progetti finalizzati alla valorizzazione di un disegno o modello.

Beneficiari

Possono accedere al Bando Disegni+ tutte le PMI con sede legale e operativa in Italia titolari di un disegno o modello registrato dopo l’1 gennaio 2020 presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi o l’Ufficio dell’Unione europea per la Proprietà Intellettuale o l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale.

Spese agevolabili

Sono ammissibili al Bando Disegni+ le spese per l’acquisto di servizi specialistici sostenute dopo la data di registrazione del disegno o modello e dopo la pubblicazione del Bando in Gazzetta.

Più nello specifico, il Bando Disegni+ finanzia:

  • Ricerca sull’utilizzo di materiali innovativi
  • Realizzazione di prototipi
  • Realizzazione di stampi
  • Consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto o disegno
  • Consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale
  • Consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, materiale di comunicazione) e per la valutazione tecnico-economica del disegno o modello
  • Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione e/o per accordi di licenza

Contributo e domanda Bando Disegni+

Bando Disegni+ prevede un contributo in conto capitale fino all’80% delle spese ammissibili, entro l’importo massimo di 60.000 euro e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio.

Sarà possibile presentare domanda a partire dall’11 ottobre e fino ad esaurimento dei fondi a disposizione.

Hai bisogno della consulenza di un Commercialista?