Assegno ponte: come funziona e come richiederlo

assegno ponte per i figli da luglio 2021

In attesa dell’assegno unico previsto dalla Legge di Bilancio 2021, ecco introdotto l’assegno ponte per i figli.

In questo articolo tutti i dettagli su come funziona, quali sono i requisiti per richiederlo, quanto spetta, come e quando fare domanda.

Cos’è, come funziona e a chi spetta l’assegno ponte

In vigore dal 9 Giugno 2021, il provvedimento sull’assegno ponte prevede il riconoscimento di un assegno temporaneo per i figli minori ed è destinato a:

  • Disoccupati
  • Lavoratori autonomi
  • Titolari di pensione da lavoro autonomo
  • Coltivatori diretti, coloni e mezzadri
  • Nuclei che non percepiscono l’ANF (Assegno per il Nucleo Familiare)

L’importo spettante per ciascun figlio varia in base alla soglia ISEE del nucleo familiare, è definito nella tabella per l’assegno ponte, erogato per il periodo che va dal 1° Luglio 2021 fino al 31 Dicembre 2021 ed incrementato di 50 euro nel caso di figli minori con disabilità.

Assegno ponte: requisiti per la domanda

Per poter richiedere l’assegno ponte è indispensabile soddisfare ulteriori 5 requisiti:

  1. Essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione Europea titolare del diritto di soggiorno o in possesso del permesso di soggiorno per motivi di lavoro di durata minima 6 mesi
  2. Essere soggetti al pagamento dell’imposta sul reddito
  3. Essere domiciliati e residenti in Italia
  4. Avere figli a carico fino al compimento del 18° anno di età
  5. Essere residenti in Italia da almeno 2 anni anche non consecutivi, oppure essere titolari di contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di almeno 6 mesi

Compatibilità dell’assegno ponte con reddito di cittadinanza e altre misure per figli a carico

Nonostante l’incompatibilità con l’assegno familiare (dal 1° Luglio 2021 al 31 Dicembre 2021 incrementato di 37,5 euro per figlio per nuclei familiari fino a 2 figli e 55 euro per figlio per nuclei familiari di almeno 3 figli), l’assegno ponte è compatibile con altre misure per figli a carico, ovvero:

  • Reddito di cittadinanza
  • Misure in denaro erogate dalle Regioni
  • Misure in denaro erogate dalle Province autonome di Trento e Bolzano

Come e quando fare domanda per ricevere l’assegno ponte per i figli

Le domande per l’assegno ponte vanno presentate sul Sito INPS, tramite Contact Center Integrato oppure tramite patronato entro il 31 Dicembre 2021. Tuttavia, le domande presentate entro il 30 Settembre 2021 riceveranno anche gli arretrati dal 1° Luglio.

I percettori di Reddito di Cittadinanza non devono presentare domanda per l’assegno ponte: riceveranno l’accredito automatico direttamente sulla carta di pagamento RdC.

Per i genitori separati con affido condiviso, il contributo sarà diviso al 50%, oppure erogato all’unico genitore richiedente in caso di accordo tra le parti.

Vuoi essere sempre aggiornato su novità ed emendamenti?

Iscriviti alla nostra Newsletter! Ogni settimana una News direttamente nella tua casella di posta elettronica!