Bonus Filiera Italia: convertito il D.L. Agosto

bonus filiera italia contributo a fondo perduto per la ristorazione

Bonus Filiera Italia: convertito il Decreto Agosto. Stanziati 600 milioni di Euro a fondo perduto per sostenere la filiera agroalimentare dal campo alla tavola.

Ma come funziona? Chi può richiederlo? E come?
Scopriamolo insieme.

Bonus Filiera Italia: cosa prevede e a chi è rivolto

Il Bonus Filiera Italia, già in vigore con il Decreto del 15 Agosto, è stato convertito in legge in qualità di misura urgente volta a sostenere e rilanciare l’economia.

Cosa prevede il Bonus Filiera Italia

Il fondo messo a disposizione con il Bonus Filiera Italia, ha un limite massimo di 600 milioni di Euro e consiste in un contributo a fondo perduto (variabile da 1.000 a 10.000 Euro) per le imprese in attività alla data del 14 Agosto 2020.

Per la prima volta, con il Bonus Filiera Italia si interviene in modo incisivo a sostegno del Made in Italy. Il Bonus Filiera Italia ha infatti lo scopo di sorreggere le attività di ristorazione ed evitare gli sprechi di prodotti agroalimentari e vitivinicoli, anche Dop e Igp.

A chi si rivolge il Bonus Filiera Italia

Il contributo spetta alle attività che rientrano nei seguenti codici ATECO:

  • 56.10.11 – Attività di ristorazione con somministrazione
  • 56.29.10 – Mense
  • 56.29.20 – Catering continuativo su base contrattuale
  • 56.10.12 – Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
  • 56.21.00 – Catering per eventi e banqueting
  • 55.10.00 – Alberghi (nei limiti dell’attività di somministrazione cibi)

Condizioni per la richiesta del Bonus Filiera Italia

L’unica condizione richiesta per accedere al Bonus Filiera Italia è quella di dimostrare una perdita di tre quarti del fatturato nei mesi da Marzo a Giugno 2020 rispetto agli stessi mesi del 2019.

Questo requisito non è necessario per chi ha intrapreso l’attività a partire dal 1° Gennaio 2019.

Cosa fare per ottenere il Bonus Filiera Italia

Secondo le anticipazioni, per richiedere il Bonus Filiera Italia sarà necessario presentare domanda attraverso un portale predisposto appositamente da Poste Italiane, oppure recandosi personalmente a uno degli sportelli presenti sul territorio.

Modalità di erogazione del Bonus

L’importo del contributo a fondo perduto previsto dal Bonus Filiera Italia che – ricordiamo – andrà da un minimo di 1.000 Euro netti a un massimo di 10.000 Euro netti, verrà erogato:

  • All’accettazione della domanda per il 90% come anticipo
  • Al momento della presentazione della quietanza di pagamento come saldo del 10%

Cosa succede in caso di indebita percezione del Bonus Filiera Italia

La legge di conversione del Decreto Agosto ha inasprito la disciplina sanzionatoria in caso di fruizione indebita del fondo perduto.

Salvo che il caso costituisca reato, bisognerà restituire l’intera somma cui sarà aggiunta una sanzione pari al doppio del contributo non spettante.

I termini di restituzione della somma non dovuta e del pagamento della sanzione sono di 60 giorni dalla notifica dell’atto e da effettuarsi tramite modello F24.

Di Marco Sponziello e Riccardo Mangia

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Ti basterà compilare il form nella pagina contatti.